Acireale, Catania - dal 21 gennaio 2020

Acireale

21 gennaio 2020 – Il nostro truck viene accolto in piazza del Duomo, che con i suoi disegni concentrici incastonati nel pavimento richiama (perdonerete la deformazione professionale) la rete di connessione di internet nella sua rappresentazione più classica.

L’epica della nostra operazione tra nuove forze qui ad Acireale, terra dei Ciclopi, cantata da Virgilio e da Ovidio: giunti ormai alla nostra ottava tappa, è facile ormai credere sempre più fortemente nella nostra missione e nella sua eccezionalità.

Guardando la mappa del nostro percorso, osservando le linee tracciate – e ancora da tracciare – del nostro viaggio, diventa facile non vedervi una rete in grado di unire tutti gli italiani, come i connettori di un chip.

Anche il primo cittadino Stefano Alì non ha mancato di sottolineare quanto siano preziose per tutti le quattro settimane di formazione offerte da Operazione Risorgimento Digitale: “Un’occasione da non lasciarsi sfuggire perché disporre di competenze digitali è di estrema importanza nella società contemporanea.”

Per i cittadini, certo, ma soprattutto per gli operatori della Pubblica Amministrazione, che grazie alle nostre aule potranno migliorare e velocizzare il proprio lavoro, semplificando anche i servizi offerti al cittadino.

C’è un bel sole ad Acireale, e l’aria è pungente e fresca in queste giornate di permanenza della nostra Scuola di Internet in città. Una settimana in cui i nostri formatori incontreranno la società civile per raccogliere le iscrizioni alle aule (che seguiranno con tre settimane di corsi di approfondimento), sostenere i cittadini nell’attivazione dello Spid e, inoltre, illustrare in dieci brevi passi le potenzialità degli strumenti digitali.

Prossima tappa: Milazzo, a partire dal 27 gennaio – ultima tappa siciliana prima di sbarcare sul continente.

Salutiamo Acireale, che con tanto affetto e tanta curiosità ci ha accolti, sicuri di avere dato un nostro apporto a tutte le donne e gli uomini che abbiamo incontrato, affinchè possano temere un po’ meno le “diavolerie” (come spesso le chiamavano) del mondo digitale e trovarvi anzi dei preziosi strumenti per migliorare la loro vita di tutti i giorni.

Rosario Morello

Tim aderisce a

In collaborazione con

Con il patrocinio di

Federazione di settore

In collaborazione con