Noto, Siracusa - dal 13 gennaio 2020

Noto

13 gennaio 2020 – Il più grande dono che si possa fare a chi la città la visita per la prima volta, è certamente di garantirgli la vista del Duomo dai piedi della sua maestosa scalinata. Un dono del quale il team di Operazione Risorgimento Digitale sarà sempre grato al comune di Noto.

Splende un sole magnifico su Noto, caldo come è impensabile in altre parti d’Italia in questa stagione. La nostra Scuola di Internet – il nostro truck – risulta ancora più bello e scintillante in questo contesto, sebbene tanto distante.

Ha inizio la prima tappa del nuovo anno, la settima dall’inizio del nostro percorso iniziato l’11 novembre a Marsala e che ci ha condotti qui attraverso Bagheria, Sciacca, Enna, Niscemi e Modica. Ora, ristorati dalla (gradita) pausa natalizia, siamo ancora più motivati nella nostra missione: formare i cittadini italiani sul mondo del digitale.

Come lo faremo? Innanzitutto a bordo della nostra Scuola di Internet, un autoarticolato che al suo interno rivela un vero e proprio salottino dove, per una settimana, i cittadini di Noto potranno ricevere informazioni sull’iniziativa, assistenza all’attivazione dello Spid, ma anche iscriversi ai corsi del periodo immediatamente successivo. Sì, perché quando il truck avrà lasciato la sua formidabile cornice netina, avranno inizio tre settimane di formazione gratuita in spazi offerti dal comune: corsi di approfondimento per i cittadini su come sfruttare al meglio le opportunità offerte dal digitale, al fine di migliorare la qualità della propria vita quotidiana.

Alla fine del percorso di aule, ai partecipanti sarà conferito un diploma che li attesterà “Cittadini di Internet”. E non è una trovata di marketing, tutt’altro: abbiamo scelto questa precisa formulazione proprio perché navigare in rete è un po’ come viaggiare; imparare ad usare gli strumenti digitali – per chi non ne è nativo, s’intende – richiede uno sforzo spesso pari a quello che si possa compiere per apprendere una nuova lingua. È un viaggio che richiede curiosità e forza d’animo, attenzione e dedizione, noi lo sappiamo bene. Ma come ogni viaggio, si tratta di un’esperienza che infine ripagherà, che ci avrà fatti crescere – perché da un viaggio, si sa, non si torna mai gli stessi: altrimenti è roba da turisti, ma noi non formiamo turisti di Internet, bensì veri e propri cittadini: persone che, di ritorno dal viaggio, siano trasformate, come trasformate lo saranno anche le loro abitudini di vita - in meglio, necessariamente.

L'iniziativa, che aderisce al Manifesto della "Repubblica digitale" (promosso dal commissario straordinario del governo per l'attuazione dell'Agenda digitale), è stata salutata calorosamente anche dalle istituzioni locali, in particolare dal sindaco Bonfanti, che ha invitato tutti i suoi concittadini a prenderne parte e a sfruttarne le opportunità.

Ma il tempo corre e l’Italia è ben lunga. Dunque, avanti per prossima tappa: Acireale, dove apriremo la Scuola al pubblico a partire dal 21 gennaio.

Buono studio, Noto! E grazie per la tua calorosa ospitalità

Santino Paciotti

Tim aderisce a

In collaborazione con

Con il patrocinio di

Federazione di settore

In collaborazione con