Modica, Ragusa - dal 16 dicembre 2019

Modica

16 dicembre 2019 - «Un teatro era il paese, un proscenio di pietre rosa, una festa di mirabilia. E come odorava di gelsomino sul far della sera. Non finirei mai di parlarne, di ritornare a specchiarmi in un così tenero miraggio di lontananze...»

Così la descriveva Gesualdo Bufalino, e non c’è modo più preciso per definire Modica, il cui paesaggio urbano risulta unico al mondo. Per qualche ragione poi diventata celebre specialmente per il suo cioccolato, Modica è uno spettacolo per gli occhi, distesa com’è, pallida e scoscesa lungo il ripido altopiano.

Nel suo cuore barocco, in piazza Matteotti, la città ospita per una settimana la Scuola di Internet, nel nostro truck. Non lo negheremo, Modica pare uno di quei luoghi in cui, per magia, il tempo si sia fermato, ma – attenzione! – è un bene, perché l’incontro tra questo magnifico scenario e i temi trattati da Operazione Risorgimento Digitale ha dell’esplosivo. Perché qui c’è fame di futuro più che mai e la curiosità dei modicani è tangibile, è nelle mani dei nostri alunni, che reggono i loro smartphone con cautela e chiedono spiegazioni, ricercano informazioni, perché hanno capito – ben prima del nostro arrivo – quanto quello strumento possa semplificare molte delle loro attività quotidiane.

Splende il sole su Modica, e ha inizio la sesta tappa dell’Operazione che ci porterà ad attraversare l’Italia in lungo e in largo, attraversando 107 province.

Il sindaco, Ignazio Abbate, ha convintamente approvato l'iniziativa, riconoscendo in essa “una grande potenzialità di crescita sociale ed economica per un territorio che vede la sua popolazione disseminata su un’ampia area geografica e che dunque necessita di mantenersi sempre connessa”.
“Operazione Risorgimento Digitale è un progetto di grande rilevanza – ha sottolineato il Sindaco– che oltre a rappresentare un’importante opportunità di formazione per tante persone, vuole andare nella direzione di una sempre maggiore interconnessione tra la società civile e la Pubblica Amministrazione, nell’ottica di una città sempre più aperta alle nuove tecnologie e attenta alle esigenze dei suoi cittadini”.

Per noi, che siamo qui a contatto con i suoi concittadini, è un sincero piacere condividere un momento di trasformazione tanto importante a realtà come quella modicana. Come lo faremo? Innanzitutto all’interno del nostro truck – la Scuola di Internet, come la chiamiamo noi – che accoglierà i curiosi per una settimana, illustrando loro le potenzialità dei mezzi digitali e aiutandoli ad iscriversi allo Spid (il sistema pubblico di identità digitale), oltre che a iscriversi ai corsi che seguiranno nel periodo successivo. Sì, perché per le tre settimane che seguiranno la partenza del truck alla volta di Noto (la nostra prossima tappa), in spazi dedicati dal comune, avranno luogo le aule in cui, gratuitamente, i cittadini potranno seguire i corsi di approfondimento sull’universo digitale, diventando infine (diploma alla mano) “Cittadini di Internet” a tutti gli effetti.

Dunque: Noto, a patire dal 13 gennaio (perché è Natale anche per Internet!) Grazie Modica, e a presto.

Alessandra Bernardi

Tim aderisce a

In collaborazione con

Con il patrocinio di

Federazione di settore

In collaborazione con