Soverato, Catanzaro - dal 17 febbraio 2020

Soverato

17 febbraio 2020 – Partecipare attivamente alla trasformazione digitale è per noi il primo passo per una trasformazione anche sociale, per costruire tutti insieme un paese che non lasci indietro nessuno, guardando al futuro. Da qui il nome che abbiamo scelto per l’iniziativa: Risorgimento, il momento in cui l’Italia è sorta, nata come unica e, finalmente, comunità.

“Comunità” è certamente uno dei termini cardine della nostra attività, che ha come obiettivo quello di migliorare grazie a piccoli accorgimenti la vita quotidiana dei cittadini, certo, ma anche di far crescere un sentimento di appartenenza – ben oltre i confini nazionali – in coloro che scelgono di condividere parte della propria esistenza con milioni di utenti ogni giorno.

E comunità certo lo è Soverato, compatta e forte, che curiosa ci accoglie in Piazza Maria Ausiliatrice, di fronte al Municipio in una giornata di bel sole. Terzo appuntamento calabrese, quella di Soverato è una tappa indubbiamente felice, in questo percorso che ci ha condotti qui dalla Sicilia - e che ancora tante tappe prevede dinnanzi a noi – proprio perché è palpabile quel senso di comunità cui accennavamo pocanzi e il suo calore riscalda la nostra Scuola di Internet che in città si trattiene per una settimana, per poi continuare il suo viaggio.

Una settimana in cui, tra tavolini e computer, i soveratesi sono invitati a consultare i nostri formatori per informazioni di carattere generale sull’impiego degli strumenti digitali, ma anche a farsi aiutare nell’attivazione della Spid (il sistema pubblico di identità digitale) come anche a prenotarsi per i corsi delle tre settimane successive. Sì, perché per le tre settimane che seguiranno la partenza del truck alla volta di Cotronei (la nostra prossima tappa), in spazi dedicati dal comune, avranno luogo le aule in cui, gratuitamente, i cittadini potranno seguire i corsi di approfondimento sull’universo digitale, diventando infine (diploma alla mano) “Cittadini di Internet” a tutti gli effetti.

Il sindaco Ernesto Francesco Alecci si è detto fiero di vedere la sua città scelta per un progetto nazionale di tale portata, nella convinzione che porterà beneficio ai soveratesi, alle imprese e anche ai dipendenti della Pubblica Amministrazione. E noi ricambiamo la sua fierezza, nel congedarci dalla bella Soverato, che tanto cordialmente ci ha accolti.

Prossima tappa dunque: Cotronei, a partire dal 24 febbraio.

Grazie Soverato, è un arrivederci; e adesso, buono studio!

Tiziana Omaggi

Tim aderisce a

In collaborazione con

Con il patrocinio di

Federazione di settore

In collaborazione con