Operazione Risorgimento Digitale
Diario pag. 9

#MDW2020

25 Maggio 2020 – La sfida per portare a tutti la Rivoluzione di Internet non si ferma e, questa settimana, incontra la Milano Digital Week 2020.

Una edizione un po’ speciale che, quest’anno, si svolgerà interamente online o sulla piattaforma www.milanodigitalweek.com, e rappresenterà un’opportunità di riflessione e confronto per cittadini, istituzioni, aziende, università e centri di ricerca, studenti e millennials con particolare attenzione ai temi contemporanei e a quelli di Domani.
È qui che entra in gioco Operazione Risorgimento Digitale con la sua Scuola Online. Nell’ultima settimana di “Maestri d’Italia”, infatti, tutte le nostre lezioni per grandi e piccini saranno ospitati anche all’interno della MDW2020, fornendo un contributo ulteriore alla definizione del tema dell’evento: “Città trasformata”.

Immagine che contiene segnale, rosso, arresto, camion

Descrizione generata automaticamente


Nelle ultime cinque lezioni pomeridiane dei Maestri, Riccardo Luna intervisterà Luciano Violante, Makkox, Gabriella Greison, Guido Silvestri, Piergiorgio Odifreddi e, per chiudere questa straordinaria esperienza di Scuola online, Salvatore Aranzulla dialogherà con il presidente di TIM Salvatore Rossi. A questo, infatti, si aggiungerà un più esteso impegno da parte di tutta la famiglia TIM nei confronti dell’evento con la presentazione di servizi innovativi di Extended Reality per la città, il racconto di nuovi scenari di mercato e i contributi delle startup di Working Capital in tema di mobilità urbana, sostenibilità e post-COVID e i nuovi modelli TIM e Google Cloud di Lavoro Agile.

Testimonianze utili a confermare ancora una volta il nostro impegno nei confronti della formazione al mondo digitale e un contributo diretto e attivo al popolamento della sezione “Ecucation” della Milano Digital Week 2020. 
Tutto chiaro? Noi vi aspettiamo online.

Tim aderisce a

In collaborazione con

Con il patrocinio di

Federazione di settore

In collaborazione con

Operazione Risorgimento Digitale
Diario pag. 8

#Etuseiottimista? II

.........Ma da dove nasce l’ottimismo? “Spesso le persone mi fermano per strada chiedendomi dove trovo la forza per andare avanti nonostante tutto. Non sono salito in bicicletta perché volevo provare a vincere. Ho vinto perché salivo in bicicletta. Per cui domandiamoci se vogliamo salire in bicicletta: se quella è la risposta una scusa per pedalare la troveremo sempre,” ci ha detto Alex Zanardi quando ha raccontato la sua straordinaria storia di evoluzione e resilienza. Un esempio fondamentale per tutti coloro che “vedono nero” di fronte alle difficoltà poste da queste settimane; uno spunto ripreso proprio da un grande evoluzionista come Telmo Pievani: “Come specie abbiamo una passione millenaria per proiettarci verso la fine del mondo; una fine che neanche questa volta verrà.
Come ne usciremo? La ragione ci dovrebbe portare ad essere pessimisti riguardando le vecchie crisi del passato ma, in questo caso, ci troviamo di fronte a una situazione diversa, in quanto planetaria e climatica, che ci porterà a compiere nuovi investimenti. Se saremo capaci di reindirizzare queste nuove risorse verso modelli economici e sociali sostenibili, avremo l’occasione di imparare molto da questa lezione collettiva”.

Si tratta di un argomento trattato in profondità durante la lezione di Carlo Cottarelli, incentrata proprio sulla necessità di salvare l’economia: “Fra 30-40 anni vi ritroverete un Pianeta diverso da quello in cui sono nato io, dove il riscaldamento globale sarà inevitabile. Possiamo però risolvere tutto ciò grazie alla consapevolezza che il nostro stile di vita dovrà cambiare e, ovviamente, grazie alle nostre capacità di adattamento al contesto,” ci ha ricordato l’economista rifacendosi inoltre a un concetto molto caro a Stefano Mancuso - neurobiologo del mondo vegetale - che ha concluso così il suo ragionamento: “Dimenticarsi degli impegni ecologici presi prima del virus sarebbe un errore strategico straordinario: dobbiamo usare questa crisi per inventare una nuova economia che sia anche l’unica sostenibile. Se c’è una cosa che abbiamo imparato, infatti, è che i mercati hanno bisogno delle persone: se non ci sono le persone i mercati crollano e, se non cambieremo radicalmente, rischiamo che le persone non ci siano più”.

Maestri d’Italia si trasforma quindi in una narrazione corale sull’ottimismo e sul domani in cui, come ci ha ricordato l’architetto Stefano Boeri citando una frase di Papa Francesco: è importante ricordarsi sempre che “nella vita diventiamo ciò verso cui andiamo: il Futuro sta a voi”.

Tim aderisce a

In collaborazione con

Con il patrocinio di

Federazione di settore

In collaborazione con

Operazione Risorgimento Digitale
Diario pag. 7

#Etuseiottimista?

18 maggio 2020 – “Il Futuro è da costruire e l’ottimismo è una necessità. L’ottimismo è - come diceva Popper - un dovere morale legato a un domani che possiamo cambiare”.
Con queste parole Carlo Ratti chiudeva la prima lezione di “Maestri d’Italia”, dando inconsapevolmente il via ad uno dei leitmotiv delle lezioni pomeridiane della nostra Scuola Online.
Perché dopo aver concluso il proprio intervento e aver dato un nuovo contributo alla formazione dei ragazzi che si preparano alla maturità, tutti i Maestri ricevono da Riccardo Luna la stessa cruciale domanda: “E tu, sei ottimista?”

“Sì, lo sono perché tutte le epidemie sono finite e anche questa finirà. Arriverà un vaccino e suoneranno le campane” è la risposta del virologo Roberto Burioni. Di diverso avviso, invece, Walter Ricciardi che ha evidenziato come siano inadeguate ancora troppe delle misure prese per contenere il virus: dalla mancanza di medicina preventiva ai ritardi sui test, passando per una sostanziale svalutazione del lavoro degli epidemiologi. La certezza è che non torneremo alla vita di prima anche se, per alcuni tra i nostri ospiti, il virus ci fornirà l’occasione per uscirne anche migliori. “Saremo più portati a vedere nell’altro qualcuno di molto più vicino a noi, qualcuno che ha preso parte alla nostra stessa esperienza,” secondo lo psicanalista Massimo Recalcati. “Questa pandemia ci ha riportato a fare riflessioni importantissime sulle risorse del nostro Pianeta: sono ottimista perché credo che riusciremo ad abbandonare i percorsi esausti che ormai sono consolidati nelle nostre vite” è l’augurio che ci lascia, invece, la dottoressa Ilaria Capua. 

continua.....

Tim aderisce a

In collaborazione con

Con il patrocinio di

Federazione di settore

In collaborazione con

Operazione Risorgimento Digitale
Diario pag. 6

#ConTreccani

11 Maggio 2020 – La quinta settimana di “Maestri d’Italia” inizia con una grande sorpresa. Perché se in questi primi trenta giorni abbiamo assistito a lezioni capaci di aprirci a mondi nuovi trasportandoci dalla psichiatria alla virologia - passando per l’importanza delle stelle e i meccanismi che stanno dietro all’evoluzione - da lunedì 11 a venerdì 15 maggio la nostra Scuola Online diventa anche la casa della cultura italiana grazie ad una collaborazione con l’Istituto della Enciclopedia Italiana Treccani.

Dal 1925 questa prestigiosa istituzione accompagna la storia del nostro Paese, fino a divenire testimonianza sistematica dell’identità culturale italiana. In totale continuità con le logiche e le vette raggiunte dal Risorgimento, Treccani annovera trai suoi fondatori personaggi del calibrodi Giovanni Treccani, Giovanni Gentile e Luigi Einaudi e tra i suoi primi autori Enrico Fermi e Guglielmo Marconi (che ne diventò anche il Presidente tra il 1933 e il 1937). Grandi personalità che, negli anni, hanno continuato ad animare le attività dell’Istituto. Sapevate che la Treccani è stata presieduta anche da Rita Levi Montalcini? 

 “Fin dai primi giorni della pandemia da COVID-19 l’Istituto della Enciclopedia Italiana ha lavorato con l’obiettivo di continuare a diffondere presso il pubblico più vasto possibile, attraverso il portale Treccani.it, il valore della cultura italiana come strumento per rispondere all’emergenza sanitaria in corso” ha dichiarato il suo Presidente Franco Gallo, ricordando come solo grazie ad una diffusione del sapere orizzontale e inclusiva potremo trovare soluzioni sostenibili per il nostro Futuro.

Una convinzione fortemente radicata anche nella nostra Scuola Online che accoglie a braccia aperte nella sua programmazione cinque grandi protagonisti del mondo culturale italiano: Tomaso Montanari, storico dell'arte, giornalista e saggista; Paolo Vineis, epidemiologo ambientale; Silvia Onesti, chimica e biologa; Luca Serianni, professore emerito di storia della lingua italiana; Gemma Calamandrei, psicobiologa e primo ricercatore dell'Istituto Superiore di Sanità. Dalle 17.00 alle 17.40 non prendetevi altri impegni: vi aspettiamo per cinque grandi lezioni con i Maestri d’Italia che, tutti i giorni, contribuiscono insieme a Treccani a rende

Tim aderisce a

In collaborazione con

Con il patrocinio di

Federazione di settore

In collaborazione con

Operazione Risorgimento Digitale
Diario pag. 5

#LeMasterclass

28 aprile 2020 – Come si può sfruttare il “tempo sospeso” della quarantena per acquisire nuove competenze decisive per il mondo di domani?

Una domanda che ci siamo posti tutti durante queste settimane e a cui abbiamo dato una risposta concreta con la grande Scuola Online di Maestri d’Italia e, soprattutto, con le nostre Masterclass.
Cinque corsi accelerati di competenze digitali per imparare a usare e le sue risorse. Cinque docenti di eccezione che, a partire dalla scorsa settimana, hanno inaugurato le loro aule interattive e un percorso educativo lungo un mese. Giampaolo Colletti, Silvia Vianello, Ernesto Belisario, Salvatore Giuliano e Arturo di Corinto accompagneranno i propri studenti digitali nell’acquisizione di nozioni e conoscenze fondamentali per conoscere a pieno la rivoluzione di Internet.

Copertina delle Masterclass

Dal rapporto con i clienti al Social Media Branding, dalle opportunità della Pubblica Amministrazione Digitale alle metodologie più innovative per la Didattica a distanza, passando per la Cybersecurity: questi i temi trattati all’interno delle aule che aprono tutti i giorni alle 14.30. Una richiesta di formazione e sviluppo di competenze digitali che cresce ogni giorno (in una settimana abbiamo più che raddoppiato i posti disponibili per ogni lezione) e in cui la scuola online di Maestri d’Italia è pronta a fare la differenza.  
Anche questa è Operazione Risorgimento Digitale.

Tim aderisce a

In collaborazione con

Con il patrocinio di

Federazione di settore

In collaborazione con

Operazione Risorgimento Digitale
Diario pag. 4

#LaScuolaOnline

20 aprile 2020 – “Tra poco inizierà il Live Streaming: restate connessi”. Il sipario digitale che anticipa ogni lezione viene proiettato sui pc e i tablet di tutta Italia per la prima volta martedì 14 aprile. Pochi secondi di attesa e la grande Scuola Online entra subito nel vivo. Quattro lezioni per più piccoli in cui imparare a immaginare nuovi mondi con Minecraft e inventare nuove storie grazie al coding; quattro per tutti gli altri in cui scoprire una nuova idea di città o come potrebbe essere la vita dopo il virus.

“Dobbiamo integrare il coraggio e la paura. Fare qualcosa di luminoso con il buio” è la frase che chiude la prima settimana di aule virtuali con cui lo psicoanalista Massimo Recalcati ci insegna quanto sia fondamentale capire al meglio i propri sentimenti e non darsi vinti dall’angoscia.

citazione di Massimo Recalcati, psiconalista: "dobbiamo integrare il coraggio e la paura. Fare qualcosa di luminoso col buio."

Un po’ quello che proviamo a fare ogni giorno con la nostra grande Scuola Online in cui, da oggi, gli appuntamenti giornalieri diventano tre. Alle lezioni per i bambini e alle parole dei Maestri d’Italia si aggiungono le Masterclass, classi interattive rivolte a Cittadini, Scuole, Imprese e Pubblica Amministrazione per approfondire le grandi opportunità offerte dal digitale. Cinque grandi professionisti accompagneranno in un ciclo di quattro settimane le loro aule interattive fornendo strumenti utili per far fronte all’emergenza e a lavorare in un mondo che non sarà mai più quello di prima.

La missione, quindi, rimane la stessa: portare a tutti la rivoluzione di Internet grazie ad una grande scuola inclusiva, diffusa, gratuita e(per ora)online.

Tim aderisce a

In collaborazione con

Con il patrocinio di

Federazione di settore

In collaborazione con

Operazione Risorgimento Digitale
Diario pag. 3

#MaestridItalia

10 aprile 2020 - In questi giorni di incertezza tutte le attenzioni sono rivolte a chi più è colpito dall’emergenza: i giovani ed i giovanissimi. Nelle ultime settimane abbiamo intervistato decine di docenti da tutto il Paese per farci raccontare come stiano affrontando questo periodo di ridimensionamento della loro didattica. A partire dai loro racconti, abbiamo dunque scelto di lanciare un nuovo progetto intitolato “Maestri d’Italia”. Una grande scuola online: utile, calda, partecipata e sicura. Una scuola live, su piattaforme facilmente accessibili, che consenta di ascoltare maestri ed esperti e di interagire con loro.

A partire dal 14 Aprile, Operazione Risorgimento Digitale offrirà una serie di incontri quotidiani - gratuiti e live - per facilitare e sostenere l’uso di Internet: un palinsesto quotidiano di incontri interattivi di meno di un’ora e divisi in tre moduli:

https://youtu.be/-rjQ7WsjH_A

1 - Le lezioni dei Maestri d’Italia - per approfondire gli impatti sociali ed economici di oggi;
2 - Le Master Class - Per imparare a usare la rete e le sue risorse;
3 - L’Edutainment per i bambini - Per acquisire competenze digitali giocando.

Perché ognuno è chiamato a fare la sua parte, a cominciare dal rimanere nelle proprie case e rispettare le indicazioni del governo. Allo stesso tempo per bambini e ai ragazzi è fondamentale che si trovino urgentemente soluzioni che permettano di addolcire questa delicata fase e trasmettere loro un senso di continuità.

Il nostro Risorgimento passa anche da qui.

Tim aderisce a

In collaborazione con

Con il patrocinio di

Federazione di settore

In collaborazione con

Operazione Risorgimento Digitale
Diario pag. 2

#SolidarietàDigitale

27 Marzo 2020 – Ci siamo fermati un mese fa. Ma non si ci siamo fermati mai. Fa effetto rileggere adesso le parole con cui il 24 febbraio annunciavamo la sospensione del tour, la più grande scuola di Internet mai immaginata (da aprire in 107 comuni italiani), rivolta a chi su Internet non c’è mai stato. Se c’è una cosa che sta tenendo il paese aperto laddove è possibile, quella cosa è Internet. È la rete che fa funzionare le scuole (alcune), che consente di fare smart working da casa (per i mestieri per i quali lo smart working ha un senso), che ci fa compagnia mettendo in comunicazione nonni e nipoti, compagni di banco, amori lontani. Non avevamo sbagliato obiettivo dicendo che le competenze digitali, la capacità di stare in rete, sono una questione di cittadinanza, un requisito della democrazia moderna.

Quando questa storia sarà alle nostre spalle saremo un paese diverso, più consapevole e sicuramente più digitale. Intanto qui non ci siamo fermati mai. Stiamo supportando dal primo giorno le piattaforme di didattica online, che già esistevano, ma pochissimi le sapevano usare (quando qualcuno si perde, interveniamo noi). E poi abbiamo portato tablet, negli ospedali, per far sì che i malati possano continuare a vedere i parenti; e telefonini, nelle carceri, perché non puoi bloccare i colloqui dei detenuti con i familiari. Non siamo i soli a darci da fare su questo fronte: nel nome della “solidarietà digitale” lanciata dal ministro Pisano si sono mobilitati tutti, con una sola bandiera. Questo momento drammatico ha fatto venire fuori una resilienza e un patriottismo che non sapevamo di avere. Il risorgimento digitale è appena iniziato.

Tim aderisce a

In collaborazione con

Con il patrocinio di

Federazione di settore

In collaborazione con

Operazione Risorgimento Digitale
Diario pag. 1

#IlProgettononsiferma

24 Febbraio 2020 – Risorgimento Digitale è nato per unire l’Italia. Per andare nelle piazze e nei paesi ad insegnare Internet ai moltissimi italiani esclusi dalla rivoluzione digitale. Per incontrare giovani e anziani e creare connessioni virtuose. Lo abbiamo fatto per più di 100 giorni aprendo scuole gratuite di Internet in tutte le province della Sicilia; stavamo ultimando la Calabria ed eravamo sul punto di avviare le attività in Liguria e Friuli Venezia Giulia. Ma quello che sta accadendo nelle ultime settimane nel nostro paese non ha potuto lasciarci indifferenti.

A prescindere da quelli che si riveleranno alla fine i reali effetti del coronavirus; e nonostante la profonda fiducia  nella capacità di reazione del nostro sistema sanitario nazionale, è chiaro che non ci siano le condizioni per portare avanti il tour. Se fosse un evento sportivo diremmo che è sospeso per impraticabilità del campo. La sospensione del tour, che ci auguriamo breve un po’ come tutta l'emergenza, ci consentirà di accelerare su tutte le altre attività di ORD, i corsi per gli studenti, gli insegnanti, i lavoratori, gli imprenditori, i disoccupati e i migranti, che a questo punto potremo varare prima del previsto. Il progetto insomma va avanti; il tour riprenderà appena possibile.

Tim aderisce a

In collaborazione con

Con il patrocinio di

Federazione di settore

In collaborazione con

La più grande scuola di internet gratuita - Operazione Risorgimanto digitale TIM - Excellence Partner Google

Maestri d'Italia

Una grande scuola live per portare nelle case nelle case, nelle scuole, nelle imprese, la voce dei Maestri del digitale d’Italia e format d’apprendimento dedicati ai più piccoli.

Le Master Class

Cinque corsi accelerati di competenze digitali rivolti rispettivamente ai docenti della scuola, agli smart worker della pubblica amministrazione e delle aziende, a chi vuole conoscere le basi della cybersecurity per navigare sicuro e a chi vuole imparare un uso dei social rivolto ai professionisti.

Storie di Risorgimento Digitale

storie potenti e diverse da quelle che abbiamo più spesso sentito in queste settimane; storie di coraggio e di resilienza

Roma, 25/05/2020

La stessa barca

Intervista a Alex Moscetta rappresentante della Comunità di Sant’Egidio

I ragazzi di Casal del Marmo

Roma, 12/05/2020

I ragazzi di Casal del Marmo

Con il COVID19 la vita in carcere è stata interrotta. Sospesi gli incontri con i parenti, le attività formative come anche quelle lavorative: per questo nasce il progetto Timettoincontatto

i mostri COVID 19, secondo i ragazzi della classe 2E

Parma, 06/04/2020

#LaScuolaContinua e, grazie alla didattica online, combatte contro il mostro COVID19

Succede a Parma in una seconda media, dove la didattica distanza ha portato alla nascita di giornalino e di un modo nuovo di fare scuola.

Internet in 100 secondi

In brevi video pillole le potenzialità di Internet per i cittadini e per la pubblica amministrazione.

Salvatore Aranzulla

A Scuola di Internet

È il più noto tra i divulgatori di Internet italiani. Sin dagli albori del web - grazie al suo blog - regala soluzioni e consigli utili a risolvere i problemi e i dubbi che tutti possono incontrare sul digitale.

Salvatore Aranzulla

Ernesto Belisario

Internet e le tecnologie e il rapporto con le pubbliche amministrazioni

Avvocato e esperto di diritto delle tecnologie e dell'innovazione nella pubblica amministrazione. Racconta da anni gli strumenti e le soluzioni messe a disposizione di tutti per diventare cittadini digitali.

Ernesto Belisario

Tim aderisce a

In collaborazione con

Con il patrocinio di

Federazione di settore

In collaborazione con